Le recensioni dei fumetti di Neil Gaiman su neilgaimania

Batman Bianco e Nero

Batman Bianco e NeroClark Kent: "Quello che odio di più è il sogno in cui sono un attore in una strana versione televisiva della mia vita. Hai mai fatto un sogno così?"
Batman: "Capita a tutti, no?"

[Neil Gaiman - La Veglia]

Perchè ho iniziato con una citazione da "La Veglia"? Un attimo e lo saprete.


Un po’ di dati:
Batman: BIANCO&NERO n.2 (del settembre ’96)
Edizioni Play Press
48 pag, spillato, b\n

Sommario:
Copertina di Frank Miller

Prima copertina interna di Michael W. Kaluta

LEGGENDA
Scritto e illustrato da Walter Simon

IL CREATORE DI MOSTRI
Scritto da Jan Strnad
Illustrato da Richard Corben

GLI OCCHI DEI PICCOLI DEFUNTI
Scritto e illustrato da Kent Williams

I FIGLI DEL DIAVOLO
Scritto da Chuck Dixon
Illustrato da Jorge Zaffino

UN MONDO IN BIANCO E NERO
Scritto da Neil Gaiman
Illustrato da Simon Bisley

Seconda copertina interna di Tony Salmons



Batman: Bianco&Nero era una serie in cui, grossi calibri del mondo del fumetto, si avvicendavano misurandosi con l’uomo pipistrello attraverso storie brevi di sole otto pagine e (ovviamente) rigorosamente in bianco e nero.
Come direbbe Gaiman: ”questo è quello che vi serve sapere”.

Ma passiamo al motivo per cui state leggendo questo articolo: la storia di Neil Gaiman.
E’ davvero fondamentale la lettura di queste poche pagine a fumetti? Beh, la mia risposta è decisamente SI!
In queste 8 paginette l’autore britannico fa sfoggio di tutta la sua maestria narrativa. Ci propone una storia divertente ma che genialmente si rende disponibile ad una lettura a più livelli.
Batman non è altro che l’attore della propria vita, in senso letterale! Arriva agli studi e attende il suo turno in compagnia del suo collega, il Joker. I due conversano del loro lavoro, della condizione propria e altrui, della famiglia. Arriva il momento di girare e poi i due amici se ne vanno in mensa.
Questa la trama. Vi sembra poco? E’ solo perché non l’avete letta.
Tutto si trasforma in un allegoria. La prova schiacciante è la contrapposizione tra la prima e la seconda parte della storia. Nella prima i due attori provano le proprie battute, battute da fumetto, e ci si rende conto di quanto siano ridicole e insulse. Poi arriva il momento di girare e, come per magia, le stesse battute assumono vigore e importanza. Nel contesto della vignetta, della recitazione del personaggio, dell’espressione facciale, dell’atmosfera creata dal disegnatore tutto assume altro significato. E’ una sinergia che rende credibile quello che stiamo leggendo.
Gaiman ci parla del lavoro del fare i fumetti. Seziona la storia. Ci mostra i pezzi del puzzle. Ci fa vedere il disegno finale. Ma col cavolo che possiamo capire come ha fatto!

Non vorrei aver detto troppo rovinandovi la lettura, ma vi assicuro che non è così. Un Mondo in Bianco e Nero è un piccolo capolavoro, una gemma preziosa che ogni appassionato del papà di Sandman deve avere.
Vi accorgerete che ogni vignetta ha mille sfaccettature, ogni battuta una vera delizia da leggere, per non parlare del aver sfruttato a pieno le capacità del disegnatore.

Gaiman è un genio e, probabilmente con suo grande divertimento, ce l’ha dimostrato in sole otto pagine.
In conclusione, tornate a leggervi il dialogo tra Clark e Batman all’inizio di questa mia farneticazione, vi dice niente?

PS:
La storia è stata pubblicata anche su Tutto n.9, Mondadori, 1997.


Lo Staff ringrazia sentitamente StudioPazzia per la recensione

I commenti degli utenti di neilgaimania

sandmanbianco02-12-2007 alle 18:35

Questo comic-book forse è l'unica cosa, uscita in Italia, scritta da Gaiman che mi manca spero di trovarla presto. Ciao

Devil02-12-2007 alle 19:14

Ben fatto StudioPazzia! Mi hai fatto venire voglia di rileggere queste otto pagine!

StudioPazzia02-12-2007 alle 22:08

a sandmanbianco:
fino a qualche tempo fa era ancora ordinabile in fumetteria. Magari prova...

sandmanbianco20-01-2008 alle 12:56

Grazie a Studio Pazzia e al sito di NeilGaimania ho scoperto questo volumetto che dopo qualche difficoltà sono riuscito a comprarlo ho letto la storia di Neil; un solo aggettivo: geniale

Daken31-05-2009 alle 21:08

Ho letto questa storia la prima volta tempo fa.avevo iniziato a leggere batman ai tempi della play press,quindi comprai anche questa mini di 4 numeri.Questa storia (insieme al mio primo numero di Sandman,il5 della Comics Art,qualcuno li ricorda ancora?)mi ha fatto avvicinare alle opere di Gaiman,quindi per me è fondamentale.p.s.ma il sostrato di metafumetto intrinseco ricorda molto l'opera di Alan Moore su Supreme(la terra dei 1000 Supreme)o lo penso solo io?penso che le due storie abbiano molto in comune.

I dati del fumetto

  • Fumetto

    del 1996

  • Autore del fumetto

    Gaiman Neil

  • Edizione

    Play Press

  • Volume

    2

  • Il fumetto è stato commentato

    5 volte

  • La recensione è stata letta

    100071 volte

  • Punteggio medio ottenuto

    4.3

  • Segnala su

    Segnala su delicious Segnala su digg Segnala su furl

Inserisci un commento

  • Messaggio

Vota

  • Capolavoro
  • Da non perdere
  • Buono
  • Così così
  • Non mi è piaciuto

Le recensioni più lette su neilgaimania

Argomenti correlati