Gli articoli su Neil Gaiman su neilgaimania

Neilgaimania all'Edinburgh Book Fest 11

Neilgaimania all'Edinburgh Book Fest 11Nato nel 1983, l’Edinburgh International Book Festival, è il più grande evento, dedicato ai libri, del mondo. Ogni anno sono in programma circa 700 eventi e non mancano incontri con gli autori e dibattiti per target di tutte le età.
Nell’edizione 2011, uno degli ospiti più graditi (considerato il tutto esaurito in pochi minuti e le code infinite di fan tachicardici e tremanti) è stato Neil Gaiman. Neilgamania ha avuto la possibilità di partecipare a due, dei diversi eventi previsti, con l’autore, e precisamente quelli del 16 e del 17 agosto.
Nel primo Gaiman è stato intervistato da un - terribilmente emozionato - giornalista di un quotidiano locale, mentre il secondo giorno la discussione è stata animata da Audrey Niffenegger, autrice best seller di La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo.
Di seguito proveremo a riassumere i temi salienti delle due giornate.

Il processo creativo
Il processo creativo per Gaiman è qualcosa di molto poco lineare. L’autore ha raccontato che molte volte la creazione di una nuova storia parte da un’idea iniziale ma egli non è consapevole se quell’idea sarà l’inizio della storia, un particolare evento o la fine. In tal modo la scrittura diviene per lui un mezzo per scoprire la storia ed esserne così il primo lettore.
A suo dire, l’idea per Il figlio del cimitero ebbe origine in un tempo in cui il figlio Mike era un piccolo bambino desideroso di scorrazzare con il suo triciclo. Considerato che la famiglia Gaiman a quei tempi viveva in un appartemento su più piani senza spazi adeguati per vagare con un triciclo, Neil conduceva il piccolo in un parco dietro la casa, proprio vicino ad un cimitero... Un giorno ebbe la geniale idea: ”e se lasciassi Mike qui, i morti lo alleverebbero?”. Il resto è storia! :)

Seguiti annunciati ufficiosamente
Anche se i fan gli chiedono di fare sempre lo stesso libro, Neil ribadisce che senza idee brillanti non ha nessuna intenzione di proseguire su vecchie strade solo per accontentare il pubblico. Divertente a questo proposito chei bambini spediscano a Gaiman plot di possibili seguiti di Coraline che sono, praticamente, lo stesso libro con qualche piccola variazione sul tema come, ad esempio, l’altra madre che diventa una maestra o simili...
Gaiman ha annunciato che sta lavorando ad una sorta di seguito di Quella volta che scambiai mio padre per due pesci rossi. Nella nuova storia dei bambini sono lasciati affamati da un padre assente e così decidono di uscire di casa alla ricerca del latte per sfamarsi e, ovviamente, andranno incontro a delle folli avventure.
Gaiman sta anche salturiamente lavorando ad un seguito di Odd e il gigante di ghiaccio. “Continuo a pensare che ci siano altre due storie di lunghezza simile che voglio raccontare e in ognuna di esse c’è Odd”. In una di queste Odd va a Gerusalemme, ma in ogni caso questi libri dovrebbero avere a che fare con i viaggi di Odd verso oriente.
Anche American Gods potrebbe diventare una trilogia. Gaiman sta lavorando ad un seguito (I ragazzi di Anansi era più uno spin-off che un seguito) ma pare che la sua intenzione originaria sia quella di completare la saga con un terzo volume in futuro. Vedremo!

Neil Gaiman all’Edinburgh Fest 2011

Libro preferito
Un bambino gli ha chiesto quale fosse il suo libro preferito. Lui ha risposto che il suo libro preferito è un grande libro dalle pagine bianche che ha comprato da un rigattiere vicino un ospedale diversi anni fa. Quando avrà un’idea brillante e riterrà che sia giunto il momento, comprerà una bellissima penna per scrivere a mano su questo libro...
Parlando di autori e libri che ha amato, ha citato tra gli altri: Mary Poppins, le Cronache di Narnia, Gilbert Keith Chesterton (creatore del personaggio Padre Brown) e una serie di classici che ha potuto leggere perché stampati in una linea economica a lui accessibile con i pochi spiccioli che aveva in tasca da ragazzino.
Gaiman ha raccontato anche che quando aveva 11 anni, suo padre in estate lo accompagnava nella biblioteca dei bambini e lui passava interi pomeriggi lì... sino al punto in cui lesse tutti i libri disponibili e passò a quella per adulti. Tutt’oggi i suoi familiari si lamentano di trovarlo sempre con i libri in mano in qualunque occasione perché è un lettore vorace ed instancabile.

Celebrità
Gaiman racconta che prima de Il figlio del cimitero, si riteneva un autore “binario”. Infatti alcuni lo adoravano incondizionatamente, altri lo disconoscevano totalmente. Il grande successo del libro vincitore del Newbery Medal ha cambiato questa situazione e ora le masse conoscono il suo nome. Ma in alcuni casi non ne conoscono bene la storia... Neil ha raccontato che ad una cena una persona gli disse: “ah sei uno scrittore! dai magari uno di questi giorni diventi un autore best-seller!”, suscitando la sua ilarità...

Twitter e i social network
Il blog, Twitter, Facebook per Gaiman non sono portati avanti per fini commerciali ma solo perché egli si diverte a gestirli. Da parte sua c’è il tentativo di demistificare l’autore di un libro, mostrando il dietro le quinte del processo creativo e soddisfacendo così la curiosità dei lettori in merito al contesto in cui certe opere nascono.

Sulla differenza tra mito e fiaba
Neil ritiene che i miti rientrano tra le fiabe e il folclore dei secoli. Essi spesso iniziano come misteri sacri alle persone che ne sono iniziate e nel tempo degradano in miti che lentamente degradano in fiabe. Le storie e gli archetipi, tuttavia, rimangono gli stessi e si ripetono.

Neil Gaiman all’Edinburgh Fest 2011

Al termine di entrambi gli incontri i fan hanno formato file interminabili per ottenere il tanto atteso autografo su uno dei tanti libri del loro autore preferito.
E tra adolescenti emozionati e ragazze ricolme di speranza di riuscire ad ottenere una foto con lo scrittore, è apparsa anche una fan con un’originale pacchetto regalo dalla strana forma... cosa ci fosse dentro non lo sapremo mai, ma all’atto della consegna Neil ha abbracciato la ragazza con grande entusiasmo regalandole un momento che, ne siamo certi, difficilmente dimenticherà =)

I commenti degli utenti di neilgaimania

lady of owls19-09-2011 alle 20:00

articolo bellissimo, che invidia per chi lo ha incontrato almeno una volta, che figura carismatica! approvo appieno le sue parole su miti e fiabe,uno dei temi della mai maturità e ricerca pittorica!

I dati dell'articolo

  • Articolo

    del 19-09-2011

  • Autore dell'articolo

    Devil & Irek

  • L'articolo è stato commentato

    1 volte

  • L'articolo è stato letto

    22033 volte

  • Segnala su

    Segnala su delicious Segnala su digg Segnala su furl

Inserisci un commento

  • Messaggio

Gli articoli più letti su neilgaimania

Argomenti correlati