Gli articoli su Neil Gaiman su neilgaimania

Neil e Amanda Sposi!

Neil e Amanda Sposi!Neil Gaiman e Amanda Palmer si sono sposati... due volte. Di seguito, trovate la traduzione del racconto fatto da Amanda sul loro primo matrimonio, informale ma pieno di significato. Prossimamente vi daremo ulteriori informazioni sul matrimonio reale celebrato il 2 gennaio del presente anno.
La parte della storia che dovete conoscere è che due anni fa, prima che Neil ed io ci fidanzassimo, io gli regalai la sposa per il suo compleanno.

Lui aveva 48 anni.

Io interpretavo la sposa per vivere, molti di voi lo sanno, ma alcuni probabilmente no.
Per circa cinque anni, più o meno, mi guadagnavo da vivere come un'artista di strada, stando immobile come una statua sbiadita in abito da sposa e velo, dando fiori e mandando baci, vendendo amore, speranza e sguardi e tenendo gli occhi incollati sul mio barattolo di latte in modo che sia amore che l'indifferenza mi passassero come onde umane sulla strada.

Ho fatto l'artista di strada principalmente in Harvard Square, ma ho anche girato, specialmente quando l'inverno picchiava e a Boston era impossibile e i miei giorni di lavoro al negozio di gelati mi rendevano pazza.

Più di dieci anni fa, mia sorella si sposò a New Orleans. Presi un volo molto presto, dato che i miei genitori pagarono il biglietto aereo, immaginando che avrei potuto fare qualche soldo lavorando sulle strade di quella città.

Mia madre scattò questa foto di me in Jackson Square, di fronte la St. Louis cathedral.

Avevo 23 anni.



Il guadagno fu terribile. C'era una sovrappopolazione di altri artisti di strada.
Io non ero niente di speciale.



Voci dicevano che c'era un'altra statua "sposa", ma non l'ho mai vista.

Quindi mia sorella si sposò. Io ero damigella d'onore. Dieci anni dopo mia sorella divorziò.

Io ho sempre detto che non mi sarei sposata.
Perché semplicemente non vivere con qualcuno, per amore di Cristo?

Inoltre, tutti nella mia famiglia erano divorziati e c’erano sempre più divorzi.
Semplicemente sembrava stupido.

Due anni fa avevo 32 anni.

Avevo appena inciso Who Killed Amanda Palmer, il mio disco da solista.
Non conoscevo Neil molto bene, ma lo conoscevo abbastanza da sapere che avrebbe amato una statua per il suo compleanno.
Eravamo a New York nello stesso momento e gli dissi di incontrarmi in Washington square park.
Sarei stata su una panchina a leggere un libro. Mi avrebbe trovata.

Beth mi aiutò (e lei lo fece alla grande. Questa era la parte terribile del lavoro per un assistente, ho pensato. "Portami molti fogli extra bianchi e tintura del viso e incontrami al parco.")

Era il 10 novembre, il giorno del suo compleanno.
E faceva freddo.

Aveva 45 minuti di ritardo.
C'erano dei lavori nel parco.

Iniziai ad interpretare la sposa, con la latta di latte davanti ad un grande monumento di pietra, e gli ci volle un pò per trovarmi.

Non era un buon posto per un'artista di strada. Penso di avere guadagnato $8 in quei 45 minuti e molti dei quali facendo divertire gli operai del cantiere e un branco di drogati che non hanno potuto capire cosa stesse facendo quella folle ragazza in piedi, dipinta di bianco come la statua di una sposa in un parco in un cantiere, congelando il suo deretano e non facendo guadagni di sorta.

Ma lui giunse. Mi diede un dollaro.

Allora io saltai giù e presi i miei $9 riscossi e lo portai a prendere una cioccolata calda al Cafe Gitane, ma non avevo abbastanza soldi per pagare il conto (si, due cioccolate a New York costano oltre $10), così lui ha pagato il resto.

Adesso ho 34 anni.

Era il suo 50esimo compleanno l'altra settimana e noi eravamo fidanzati.
Decisi di sposarlo perché onestamente non penso che troverò mai un uomo migliore per un’Amanda Palmer.
No davvero.

E così, per il suo compleanno, io ho voluto dargli qualcosa di buono.

Ci siamo svegliati a New Orleans in una gloriosa giornata di sole, dove tutti ci saremmo riuniti per il suo compleanno quella sera, e siamo andati in un negozio di cappelli, dal momento che gli dissi che gli avrei comprato un cilindro per il suo compleanno. Stavano arrivando suoi amici da tutte le parti del mondo.

Dopo che il cappello fu scelto, scappai, bisbigliando qualcosa circa la volontà di correre ad organizzare un buon tea per lui in un luogo non rivelato.
Lui ama il suo tea, quello britannico. Lui è veramente particolare circa quest'argomento. Magicamente, l'uomo del negozio di cappelli, chiamato Jason, ci ha riconosciuti entrambi quando passeggiavamo dentro al negozio e ha detto qualcosa del tipo "AHA, vi stavo aspettando." Non poteva essere più utile… me la svignai e lasciai a Neil la mia carta di credito per pagare i cappelli (abbiamo comprato anche un cappello per Jason Webley, che è il simbolo dell'intera storia) e parlato con il venditore di cappelli Jason cercando di convincerlo a superare la sua agorafobia in modo da andare a vedere il concerto dei Dresden Dolls a Tipitina.

E ho corso verso la scalinata del palazzo di giustizia dove un vario assortimento di persone si stava raccogliendo. Dovevano essere giusto poche persone, poi l'elenco è cresciuto con il passaparola.

Il palazzo di giustizia aveva allontanato tutti dalla scalinata perché senza permesso.
Jason ha preso la decisione definitiva di spostare l'intera cerimonia a Jackson Square, nel parco.

Ho scritto un messaggio a Neil per incontrarmi al ristorante dall'altro lato della piazza appena siamo stati buttati fuori dal parco.
Ho provato a supplicare all'ufficiale del parco di darci giusto cinque minuti ma lui ha detto di andare fuori dalle scatole.
Neil era a circa un isolato di distanza così io ho corso fuori dal parco sino ai gradini giusto davanti alla chiesa e lì mi resi esattamente conto che ero esattamente nello stesso posto dove 10 anni prima mia madre aveva scattato quella foto.

Kitty, Kate, Holly e Maddy mi hanno aiutato con il velo e l'abito, la favolosa Lorraine tenne a distanza i guardiani del parco.

I turisti scattavano foto.

Poi tutti si nascosero.

Attesi lì da sola, e ancora, egli venne da me.

Mise $5 nel mio barattolo. Ovviamente ne ho apprezzato il valore.

Gli diedi una rosa e ci guardammo reciprocamente. E la cerimonia ebbe vita e ci circondò.

Chiesi a Jason Webley di officiare il matrimonio.

Egli ci presentò, dopo tutto, e lui sa anche come far accadere cose magiche a grandi gruppi di persone.
Il suo spettacolo rock spesso si conclude nella strada dinanzi il teatro raccogliendo effigi di se stesso che vanno nello spazio attraverso 100 palloncini e, a volte fa cose come andare in testa a cortei di fiumi di gente, dove prende una zattera bruciata e lentamente va alla deriva. Lui è quel tipo di ragazzo.

Kyle ci ha scattato molte fotografie e anche comprato una torta e degli anelli che ha acquistato in un negozio vodoo.

Kitty ha girato il momento del giuramento in un video.



Neil ha perso l'anello la notte seguente nel corso dello spettacolo di Jason Webley, durante la parte in cui tutti fanno il solletico a tutti.
Ho detto che era il miglior modo di perdere un anello e chi sa dov'è finito, ma forse dovremmo prendere l'altro anello e gettarlo in un fiume così noi potremmo sempre sapere dove sarebbe come in Harold e Maude (n.d.t. Un film del 1971 su una particolare storia d’amore tra un diciottenne e una ottantenne).
Invece per sicurezza gli ho dato il mio anello e si adatta bene al suo mignolo.

Ha anche detto che il tea era la parte migliore. Lo conosco adesso. Non potrei promettergli del tea e non portarglielo.

In tutta verità immaginare la questione del tea, mi ha preso molta più energia che qualsiasi altra cosa. Superkate e io alla fine abbiamo deciso di portare un thermos di acqua calda e una borsa da tea separata con un contenitore di latte freddo a parte, perché è questo il modo in cui a lui piace il tea [...].

Kate ha portato la tazza, il piattino e il cucchiaio.

Hera ha scattato questa, mentre Jason officiava…



e quest'altra, di Kyle che scatta foto…



e di un nostro bacio, in bianco e nero:



e Kyle e la splendida Olga Nunes hanno messo insieme l'album ufficiale del matrimonio con alcune delle immagini più belle che io abbia mai visto di una festa di nozze.

andate a vedere…..è assolutamente bellissimo.

Grazie Kyle, grazie Olga, Grazie ai postumi della sbornia del giorno della festa di nozze e grazie a te Neil Gaiman, mio meraviglioso moxy, per avermi presa come tua legittima statua di nozze.
Ti amo con tutto il mio umano cuore.



La festa di matrimonio così come fotografata da Kyle Cassydy:
trillian, hayley, frances, casey, the fabulous lorraine, superkate, maddy, me, neil, holly, kitty, jason, laura, hjörtur, elyse and hera.

I commenti degli utenti di neilgaimania

lady of owls19-01-2011 alle 10:53

eeeeeeeeeeh! viva gli sposi!
ma che carini che sono!!!

I dati dell'articolo

  • Articolo

    del 18-01-2011

  • Autore dell'articolo

    Devil & Irek

  • L'articolo è stato commentato

    1 volte

  • L'articolo è stato letto

    8941 volte

  • Segnala su

    Segnala su delicious Segnala su digg Segnala su furl

Inserisci un commento

  • Messaggio

Gli articoli più letti su neilgaimania

Argomenti correlati